I filtri aria da un lato devono garantire un buon passaggio d’aria, dall’altro devono provvedere alla filtrazione per evitare che particelle significative finiscano nei cilindri.

Le due operazioni sono tra loro antagoniste, ed il filtro aria sarà migliore quando ottimizzerà queste funzioni.

Le vetture di serie sono normalmente equipaggiate con filtri in carta, mentre per i filtri sportivi la soluzione abituale era quella di usare filtri in cotone imbevuto d’olio.

Sprint Filter , con l’adozione del tessuto filtrante in poliestere, compie un balzo in avanti e rende obsoleti tutti i precedenti sistemi.

 

Filtri Aria Sportivi Cotone vs Poliestere

Il tessuto in poliestere risulta estremamente permeabile e solido, non influenzabile né dalla piegatura in fase di costruzione né dalla differenza di pressione che si crea durante il funzionamento,

e neppure dalla manutenzione.

Il filtro in cotone, invece, presenta una trama dipendente dalla sovrapposizione e dal numero degli strati impiegati; in più tende a deformarsi durante le fasi sopra descritte:

conseguentemente si disporrà in zone con valore di filtrazione elevate ed altre con valore mediocre.

Caratteristiche principali del Filtro in Poliestere:

  • Filtrazione e valore di passaggio aria costanti nel tempo.
  • Per quanto riguarda l’efficienza i filtri in poliestere Sprint Filter trattengono:
  • 1) il 93,13% delle particelle da 100 µ. (P08)
  • 2) il 91,8% delle particelle di 37 µ. (P037)
  • 3) il 95, 22% delle particelle da 100 µ. (P08f1-85)
  • Contro il 76,42% del filtro in cotone oliato a quattro strati.
  • Costruzione del supporto in unico materiale, per evitare distacchi non voluti fra materiali tra loro differenti.

Passaggio Aria e Filtrazione

Il filtro aria in poliestere assicura un elevatissimo passaggio aria, non raggiungibile né da i filtri in cotone (la cui permeabilità dipende dal numero degli strati impiegati),

né tantomeno dai filtri in carta di primo equipaggiamento.

Ricordiamo la semplice equazione: più Aria = più Potenza!

La precisione costruttiva del filtro in poliestere consente di avere un grado di filtrazione pari al dichiarato e costante nel tempo.

Il filtro in cotone, invece, è caratterizzato da aperture estremamente variabili, da pochi micron a diversi decimi.

Questo fa sì che inizialmente il filtro in cotone abbia un basso potere filtrante (pari al 50 % di un contaminante con un range da 5 a 200 µ.).

Solo successivamente alla formazione di una dust- cake sulla superficie il potere filtrante aumenta sino all’80% del suddetto range, ma ne consegue una drastica perdita di carico.

In sintesi per il 50 % della sua vita, il filtro in cotone ha un basso potere filtrante mentre per il successivo tempo di esercizio un’elevata perdita di carico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.